Certificazione UNI 10939 2001 (rintracciabilità di filiera Agro-Alimentare e tracciabilità di carni bovine)

La Tracciabilità o rintracciabilità della filiera del prodotto certificata secondo la norma UNI 10939:2001 garantisce la necessaria trasparenza nelle filiere e ristabilisce un’etica di base nel mercato.

La tracciabilità di filiera consente di rintracciare la provenienza del prodotto e rassicura il consumatore.

La tracciabilità di filiera rientra nell’ambito della certificazione di conformità di prodotto. essa deve essere rilasciata da organismi accreditati secondo la norma UNI EN 45011.

 

La crescente attenzione dei consumatori per la sicurezza degli alimenti è una delle maggiori sfide che ha oggi di fronte l'industria alimentare.

Diversi fatti accaduti negli ultimi anni, come l'epidemia di BSE in Europa, il benzene nell'acqua minerale o il problema della diossina nelle produzioni avicole, hanno provocato ingenti costi e perdite di immagine alle imprese. La sicurezza degli alimenti è diventata perciò un importante e vitale pre-requisito per tutte le aziende della catena alimentare, tanto che i maggiori retailer a livello europeo e mondiale hanno stabilito il principio che "la sicurezza del prodotto agroalimentare non è un elemento competitivo".

Insieme alla richiesta di sicurezza, si è fatta con gli anni sempre più pressante la richiesta dei consumatori di avere prodotti di alta qualità. Sempre più attenzione viene rivolta non solo alla qualità degli ingredienti, all'assenza di additivi o alla modalità di produzione, ma anche a caratteristiche come l'origine tradizionale, la riconducibilità ad una precisa area geografica, l'identificabilità certa del produttore, l'impatto ambientale e sociale delle attività produttive.

 

Per rispondere in modo completo a queste richieste di qualità e sicurezza SMC-Certificazioni ha sviluppato una serie di servizi nel settore Agroalimentare.

 

SCEGLI SMC-CERTIFICAZIONI PER:
 
  • la certificazione di sistema nel settore agoalimentare, un punto di partenza fondamentale per tutte le aziende che intendono proporsi sul mercato
  • la certificazione volontaria di prodotto agroalimentare, lo strumento per assicurare i consumatori sulle caratteristiche qualitative peculiari di uno o più prodotti, definite in apposite norme o standard di prodotto, e garantire l'imparzialità e l'obiettività delle verifiche
  • la certificazione di rintracciabilità di filiera, un presupposto essenziale per l’efficiente gestione della produzione e per la gestione di eventuali problemi di sicurezza
  • la certificazione del sistema di gestione della sicurezza degli alimenti in accordo al sistema
  • la verifica dei prodotti a marchio GDO secondo le norme BRC Global Standard – Food e IFS